Le ultimissime
ItaliaFreePress

Neve sulle coste nel prossimo weekend, possibilità in aumento

Estimated reading time:2 minutes, 23 seconds

L’anticiclone ha raggiunto l’apice di questa sua nuova visita al Mediterraneo, riuscendo a portare le colonnine di mercurio ben oltre le medie del periodo in tante località da nord a sud e soprattutto in montagna. Da domani, fortunatamente, le temperature torneranno gradualmente a scendere ovunque ed in particolare in alta quota, grazie all’ingresso di refoli freddi dai Balcani.

Il tutto, però, si svolgerà in un contesto tutto sommato stabile su gran parte d’Italia. Queste correnti fredde nord-orientali riusciranno a portare solo qualche annuvolamento al sud e qualche rapido piovasco su Molise, Puglia e Calabria nel corso di lunedì 17, mentre sul resto dello Stivale prevarrà il Sole grazie all’egemonia anticiclonica.

L’indebolimento dell’anticiclone sarà comunque evidente e lo capiremo essenzialmente dal calo termico che riguarderà tutte le regioni e tutti i settori montuosi: nel corso della nuova settimana le temperature si riporteranno nei dintorni delle medie, dopodiché potrebbero scendere molto al di sotto di esse grazie un nuovo affondo freddo.

L’irruzione fredda appena citata potrebbe invadere l’Italia tra venerdì 21 e domenica 23, ma i dubbi a riguardo sono ancora importanti. I primi fenomeni legato a questo presunto peggioramento potrebbero raggiungere le regioni centrali e meridionali sin dalla giornata di giovedì 20.
 Il netto calo termico è grossomodo confermato da tutti i principali modelli matematici, principalmente per le regioni meridionali e del medio-basso Adriatico; mentre c’è grande incertezza sull’arrivo di maltempo e nevicate a bassa quota. Gli aggiornamenti in arrivo nelle prossime 24/36 ore saranno fondamentali per delineare una previsione più chiara e affidabile a tal proposito.
In ogni caso la situazione meteorologica per il nord è pressoché delineata: al netto dei cali di temperatura i cieli si manterranno quasi sempre sereni per tutto il periodo preso in esame.

Ma andiamo con ordine e vediamo cosa ci aspetta nei prossimi 7 giorni:

Lunedì 17 gennaio: intrusione di deboli refoli freddi dai Balcani sotto l’anticiclone. Nubi in formazione al sud e sul medio-basso Adriatico, con pioviggini sparse e deboli. Stabile altrove. Temperature in netto calo.

Martedì 18 gennaio: tempo generalmente stabile su tutta Italia, ma clima freddo specie di notte e all’alba. Temperature in calo.

Mercoledì 19 gennaio: stabile su tutta Italia, persiste l’anticiclone ma con temperature nelle medie del periodo.

Giovedì 20 gennaio: possibile graduale cedimento dell’alta pressione. Nubi in aumento al centro e al sud e piogge sparse tra pomeriggio e sera. Stabile al nord. Temperature in calo.

Venerdì 21 gennaio: indebolimento dell’alta pressione, possibile intrusione di aria molto fredda dai Balcani e nevicate sparse in collina sul versante adriatico (da confermare). Temperature in netto calo.

Sabato 22 gennaio: afflusso freddo dai Balcani verso le regioni adriatiche e il sud, con venti sostenuti. Possibili nevicate sparse a bassa quota (da confermare). Stabile e freddo al nord.

Domenica 23 gennaio: stabile al centro e al nord, più instabile al sud con nevicate sparse a bassa quota (da confermare).

da meteolive.it

https://michaelbolton.it/it/55-collezioni