Le ultimissime
ItaliaFreePress

Annega a Savelletri, oggi i funerali del papà eroe

Estimated reading time:2 minutes, 24 seconds

«Un eroe». Per la comunità bitontina, non può che essere definito così Giuseppe Saponaro, il «papà coraggio» spirato in mare sabato pomeriggio tra Torre Canne e Savelletri, in località Forcatella. Una giornata sulla spiaggia del brindisino con tutta la famiglia e alcuni amici che si è trasformata in una tragedia.

La morte per annegamento del 47enne bitontino, seguita al salvataggio delle figliolette, che non riuscivano più a tornare a riva, ha scioccato e al tempo stesso commosso tutti gli abitanti della città dell’olio. Una comunità, che dopo poche ore dalla morte di un anziano signore, investito in via Ammiraglio Vacca, ha dovuto riversare lacrime amare per quello che tutti ricordano come un uomo per bene. Un gran lavoratore, impiegato in un’azienda che si occupa di installazione, manutenzione, ammodernamento e riparazione di impianti elevatori, che pure era sempre presente per la sua famiglia.

«Un ottimo papà» ricordano tra le lacrime coloro che lo conoscevano, i pochi che hanno la forza di parlare. La dipartita di Giuseppe ha lasciato tutti sotto choc ed è ancora difficile da metabolizzare.

In città, e anche fuori dal cancello dell’abitazione dell’uomo, ora coperto da decine di manifesti funebri, si respira dolore. Tutto è avvolto da un religioso e rispettoso silenzio, soprattutto nei confronti dei suoi cari.

In particolare di sua moglie e delle due gemelle di 11 anni, alle quali aveva saputo impartire i giusti valori. «Adolescenti serie, curiose, determinate, con un forte senso della famiglia e con un mondo interiore ricco di sani principi basati su rispetto, lealtà e collaborazione». Le dipingono così infatti le professoresse, il personale non docente, i compagni e i loro genitori, della scuola media «Sylos», che rintracciano nella loro personalità tutti riflessi di quel papà amorevole che ha dato la vita per loro. «Un legame che nulla potrà recidere» scrive ancora la comunità scolastica nella lettera indirizzata alle alunne. «Continuerà a seguire ogni vostro passo, a gioire dei vostri successi, a darvi la mano nelle piccole cadute che dovrete affrontare, ad essere presente nei momenti importanti della vostra vita».

L’ultimo saluto a Giuseppe Saponaro sarà alle 10.45. Questa mattina la salma sarà trasportata dall’obitorio di Fasano alla Basilica Pontificia dei Santi Medici di Bitonto per le esequie e per l’abbraccio della città, in lutto.

L’amministrazione comunale uscente ha infatti voluto ricordare il sacrificio dell’eroe bitontino, proclamando il lutto cittadino per l’intera giornata di oggi.

L’ordinanza, firmata dal vicesindaco Rocco Mangini, è seguita al messaggio di cordoglio di Michele Abbaticchio, per ancora poche ore primo cittadino di Bitonto. Scosso dalla terribile notizia anche il neo sindaco Francesco Paolo Ricci: «Le parole non sono sufficienti per esprimere il mio cordoglio. Abbraccio tutta la famiglia di Giuseppe, il coraggioso papà che ha perso la vita dopo aver salvato le figlie. Il dolore non trova senso nella tragicità di questi addii, che per me sono innaturali. Vi sono vicino».

https://michaelbolton.it/it/55-collezioni