Le ultimissime
ItaliaFreePress

In salvo dopo 26 ore la speleologa rimasta bloccata nella grotta Rotolo

Estimated reading time:1 minute, 14 seconds

“Finalmente dopo 26 ore di tensione e di preoccupazione, la speleologa rimasta bloccata all’interno della Grotta Rotolo a Monopoli è stata riportata in superficie”. Lo annuncia, su Facebook, il sindaco di Monopoli Angelo Annese. “Un grazie – prosegue il primo cittadino – al Soccorso Alpino e Speleologico e a tutti coloro che hanno contribuito a questo duro lavoro. Tutto bene quel che finisce bene!”.

La 41enne caduta e ferita a 120 metri di profondità è stata salvata da più di 40 tra tecnici, medici e operatori sanitari del Soccorso alpino e speleologico provenienti da Puglia, Basilicata e Campania. La donna, a quanto si apprende, è in buone condizioni di salute: si è fratturata un braccio nella caduta, e dalla mezzanotte, su una barella, hanno iniziato il percorso di risalita lungo circa 700 metri.

La speleologa era scesa in grotta all’alba di ieri con un gruppo di dieci persone per una attività di pre-esplorazione e per il trasporto di materiale e attrezzatura, tra cui bombole di ossigeno, in previsione di una futura esplorazione speleosubacquea nella falda sottostante. «Si tratta della grotta più profonda dalla Puglia – spiega il presidente regionale del Soccorso alpino e speleologico, Gianni Grassi – e il gruppo aveva circa 700 metri fatti di molti passaggi stretti e tortuosi». Il punto dove la 41enne si è ferita, intorno alle 18 di ieri quando poi sono stati allertati i soccorsi, «si trovava a una profondità di 120 metri – spiega – e la risalita in barella è particolarmente difficile».

Video Facebook del “Soccorso Alpino e Speleologico – Puglia”

https://michaelbolton.it/it/55-collezioni