Le ultimissime
ItaliaFreePress

I residenti del Centro storico: finalmente sanzionati schiamazzi e musica ad alto volume

Estimated reading time:2 minutes, 34 seconds

Riceviamo dal Comitato dei Residenti nel Centro Storico di Monopoli:

Abbiamo letto con vivo interesse le dichiarazioni rilasciate ad un periodico locale dal nuovo Comandante della Polizia Locale dott. Saverio Petroni.

Ed abbiamo anche notato un maggior controllo del territorio sanzionando quanti non rispettano le vigenti norme.

In particolare, per quanto riguarda le problematiche vissute tuttora dai residenti nel Centro Storico e via Procaccia, rileviamo con piacere che ha posto l’attenzione su quanto da anni andiamo lamentando e che gli abbiamo segnalato nel nostro incontro dello scorso 17 marzo.

Ma soprattutto ci ha fatto piacere leggere che:”La città è dei turisti ma è soprattutto dei monopolitani”.

E’ quanto abbiamo cercato di far capire ai nostri amministratori i quali per favorire il turismo hanno reso invivibile la nostra città e soprattutto il nostro bel Centro Storico!

Fino ad ora abbiamo lamentato che le Ordinanze Sindacali vigenti, il Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, il Regolamento di Polizia Municipale, oltre a tutte le norme regionali e nazionali inerenti al contenimento dell’ inquinamento acustico e ambientale, nonché il decoro urbano e l’igiene, venivano sistematicamente ignorate, con contestuale mancanza di adeguati controlli.

E di conseguenza per i residenti di queste zone diventa difficile non solo riposare, ma anche svolgere serenamente qualunque tipo di attività all’interno delle proprie case, con conseguenze in termini di salute psico-fisica e di concentrazione sul lavoro, sia all’esterno sia all’interno.

Infatti negli ultimi anni si è assistito ad un progressivo aumento di alcune tipologie di attività commerciali che si sono concentrate essenzialmente in due zone della città:

il Centro Storico, dove c’è stato un proliferare di attività legate al “food”, come bar, ristoranti, osterie, pub, pizzerie e rosticcerie di ogni genere; molte di queste attività si sono dotate di sistemi di riproduzione di musica sia all’interno, sia all’esterno dei locali;

via Procaccia, la via che parte dalla località Largo Porta Vecchia e si estende verso sud parallelamente alla costa per circa 3 km, dove c’è stato un aumento delle attività definite a supporto del “turismo balneare” che nelle ore pomeridiane, serali e notturne propongono intrattenimento musicale e danzante.

In proposito anche il Comandante ha parlato di problemi legati alla diffusione sonora.

Torniamo quindi a sollecitare la Civica Amministrazione perchè si decida una buona volta ad approvare il Piano di Zonìzzazione Acustica che, ribadiamo ancora un volta, porterà benefici oltre che nelle zone di cui ci occupiamo anche in tutto il territorio comunale e non solo per regolamentare la diffusione sonora ma anche tutti gli altri rumori molesti.

Questo Comitato nei confronti dello “sviluppo commerciale” che la nostra Città sta vivendo non è mai stato pregiudizialmente contrario, anzi, ha sempre giudicato positivamente la rivitalizzazione del centro storico e della fascia costiera, tuttavia, la grave degenerazione del fenomeno verificatasi nell’ultimo lustro e che continua incessantemente, rappresenta una forma di irreversibile degrado del territorio, in termini di qualità della vita, decoro ambientale e condizioni igienico-sanitarie.

Pertanto salutiamo con favore il nuovo corso che il dott. Petroni sta imprimendo alla sua azione auspicandone continuità: noi gliene saremo grati.

Il Coordinatore

(Prof. Angelo Giangrande)

https://michaelbolton.it/it/55-collezioni